Il paesaggio lunare della Giant’s Causeway nell’Irlanda del Nord

Di , scritto il 22 Maggio 2012

L’Irlanda del Nord è una regione di incantevole bellezza naturale, abitata da persone simpatiche e rilassate, generose e con un ottimo senso dell’umorismo. La Causeway Coastal Route nella parte orientale dell’isola è una delle strade panoramiche più scenografiche al mondo. Dietro ogni curva può esserci una sorpresa: per esempio, le pittoresche rovine del Dunluce Castle, il ponte di corda di Carrick-a-rede costruito dai pescatori di salmone oppure il villaggio di Bushmills, dove si dice che nel 1608 fu inventato il whiskey. La visita nel piccolo borgo è gradevole: affollate stradine contornate da pittoresche case colorate, e muri dipinti con riferimenti a mitologie locali. Ovviamente non può mancare una visita alla celebre distilleria e una degustazione di doppio malto fermentato. Appena fuori dal paese, si può salire sui treni a vapore di una piccola ferrovia a scartamento ridotto che percorre alcune miglia panoramiche per i turisti, fino alla “sopraelevata dei giganti”.

Che si decida di raggiungerla in treno o a piedi dal sentiero che inizia nel paesino di Port Braden, l’attrazione maggiore di questa regione è infatti costituita dalla Giant’s Causeway, che si trova nei pressi del villaggio di pescatori di Ballycastle. Un paesaggio (tutelato dall’UNESCO) così regolare da sembrare artificiale, costituito da ben 40.000 colonne di basalto a sezione esagonale, allineate lungo 5 chilometri di costa. Sono il frutto di un’eruzione vulcanica avvenuta circa 55 milioni di anni fa in cui la lava si cristallizzò venendo a contatto con le acque fredde del mare. Le colonne, le più grandi delle quali raggiungono i 6 metri di altezza e sono spesso disposte come le canne di un organo, ma su altre si può camminare come su un pavimento o scendere, poiché esse creano giganteschi gradini bagnati dalle onde dell’Atlantico. Una formazione simile esiste 90 chilometri più a nord, sull’isola di Staffa nelle Ebridi.

L’aspetto così particolare del luogo ha alimentato varie leggende: secondo una il tratto di oceano che divide l’Irlanda e la Scozia è dovuto allo “strappo” di un gigante scozzese messo in fuga dall’eroe irlandese Finn MacCool. Secondo un’altra, il gigante Finn, sfidato dall’avversario scozzese, avrebbe costruito un selciato per camminare fino alla Scozia sul mare d’Irlanda.


2 commenti su “Il paesaggio lunare della Giant’s Causeway nell’Irlanda del Nord”
  1. […] dell’Irlanda del Nord è a dir poco spettacolare, particolarmente quella nei dintorni della Giant’s Causeway e dei Glens of Antrim, che chiamati semplicemente Glens. Questa zona dell’Antrim, una delle […]

  2. […] d’Irlanda.La prima tappa del nostro viaggio non può che essere costituita dalla meravigliosa Giant’s Causeway e dei suoi dintorni, di cui abbiamo già parlato. Vi basterà cliccare sul link per scoprire […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009