Colori e sapori di Sorrento e della penisola sorrentina

Di , scritto il 21 Febbraio 2012

La penisola sorrentina si protende in una suggestiva posizione su alte rocce di tufo a strapiombo sul mare, nell’area meridionale del Golfo di Napoli, tra una vegetazione opulenta fatta di coltivazioni di agrumi e ulivi, palme, giardini. Sorrento è la perla della costiera affacciata sul Golfo di Napoli, circondata da altri gioielli come Vico Equense, Meta, Massa Lubrense. Insenature pittoresche e incantate, che hanno ben poco da invidiare alla più nota costiera amalfitana, quella che dalla penisola sorrentina è bagnata dal Golfo di Salerno.

Torna a Surriento è una canzone nota in tutto il mondo che ha contribuito a dirigere qui celebrità, poeti, scrittori e uomini politici. Un altro emblema della città è il poeta Torquato Tasso, uno dei più importanti in Europa nel XVI secolo.

Il cuore della cittadina di Sorrento è costituito da palazzi in stile arabeggiante e chiese barocche. Il vero fulcro è Piazza Tasso, con la trecentesca chiesa di Santa Maria del Carmelo e il suo bellissimo chiostro. L’arteria principale della città è corso Italia, separata dal mare da un reticolo di vicoli traboccanti di botteghe artigiane e gastronomiche. Tra le prime, soprattutto laboratori per la lavorazione del legno, della ceramica, del cuoio e dei merletti.

Il litorale di Sorrento è diviso in due borghi: Marina Piccola (il porto dove approdano traghetti e aliscafi) e Marina Grande, un porticciolo colorato dove si trovano gli stabilimenti balneari.

Una delle caratteristiche della penisola sorrentina è il passaggio repentino dalla vegetazione quasi montana delle zone più interne (dove abbondano i castagni e si allevano vacche e bufale per produrre la celeberrima mozzarella), a una del tutto mediterranea, con ulivi, mirto e ginestre.

E poi ci sono le spiagge, con le calette paradisiache e il mare color smeraldo, i minuscoli borghi marinari, dove si mangiano pesce e crostacei freschissimi – tra cui i famosi gamberi dalle uova blu. Qui la cucina è di grande tradizione e le materie prime sempre di altissimo livello. Che scegliate una semplice pizzeria o un ristorante stellato, la vostra scelta sarà sempre ripagata.

La pizza ovviamente è regina, ma secondo noi bisogna provare anche i paccheri con carne, mozzarella e ricotta. E per quanto riguarda i dolci, i nostri preferiti sono le delizie al limone (pan di spagna ripieni di crema agli agrumi). Non partite senza aver fatto incetta di trecce di bufala e provole, di marmellate e liquori di agrumi – tra i quali il posto d’onore spetta sicuramente all’ineffabile limoncello!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009