Una visita al Parco nazionale di Snowdonia, nel Galles

Di , scritto il 15 Settembre 2015

Snowdonia GallesIl Galles è quella porzione del Regno Unito confinante con l’Inghilterra centro-occidentale. In questa splendida e verdissima regione la maggior parte dei centri abitati sono situati sulla costa, mentre l’interno del paese è montuoso e poco popolato. Cittadine e villaggi si trovano in particolare lungo la costa meridionale, intorno alle due maggiori città, Cardiff (la capitale) e Swansea. Nel nord del Galles il sentimento nazionalistico è più sentito e la lingua gallese (che ha ben poco a che vedere con l’inglese) è maggiormente diffusa. Si chiama Cymraeg ed è un idioma di origine celtica, come il bretone e il cornico. La parla circa il 20% della popolazione gallese e negli ultimi cinquant’anni ha vissuto una certa rinascita. In Galles oggi è usata insieme all’inglese in certi contesti ufficiali ed è materia obbligatoria nella maggior parte delle scuole.

L’occupazione inglese del Galles ebbe inizio poco dopo la conquista normanna del 1066. Nel XVI secolo il Galles fu integrato
all’Inghilterra ai fini legali, amministrativi e parlamentari. Nel 1999, in seguito al processo di decentramento (devolution) è stata istituita l’Assemblea Nazionale del Galles, anche detta Assemblea Gallese (Welsh Assembly), che ha poteri legislativi parziali relativi agli affari gallesi.

Una delle mete più interessanti per chi si reca nel Galles è sicuramente il Parco Nazionale di Snowdonia, che si estende su un’area di oltre 1450 chilometri quadrati nel nord della regione, ed è facilmente raggiungibile anche da Manchester con un pullman oppure con un’auto presa a noleggio all’aeroporto. Come potete intuire dalla foto, questa è una terra di rocce e terreni incolti, frequentemente battuta da pioggia e vento, dove sole e nuvole si alternano di continuo (con una netta prevalenza delle seconde), tutto un susseguirsi di vette e vallate. Qui si vive come in un qualunque luogo di montagna, anche se in realtà il Mare d’Irlanda è assai vicino. E’ il monte Snowdon che ha dato il nome alla regione; non è molto elevato per gli standard europei, ma con i suoi 1085 metri costituisce il punto più alto non solo del Galles, ma di tutta l’Inghilterra.

Il periodo migliore per vedere Snowdonia è l’estate, quando piove meno e i rododendri fioriscono su un suolo totalmente coperto di muschio e verdissimo. Il Parco di Snowdonia è assolutamente ideale per chi ama le escursioni più o meno toste. Da un lato esistono sentieri davvero impervi, ma è anche possibile optare per strade lastricate e munite di segnaletica. Arrivare in cima al monte Snowdon è un’impresa che consigliamo solo agli alpinisti esperti, ma tutti possono riuscire ad arrivare a Capel Curig, una cappella sconsacrata che narra la prima ascensione alla montagna risalente al 1785.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009