Monte Sant’Angelo: un gioiello medievale in Puglia

Di , scritto il 15 Gennaio 2018

Monte Sant’Angelo è uno splendido borgo costituito da case bianchissime, sovrastato da un maestoso castello e con una storia parzialmente avvolta nella leggenda. Siamo su un’altura del Gargano, in una zona montuosa ricca di boschi, ma al tempo stesso affacciata sul golfo di Manfredonia. La fama di Monte Sant’Angelo è legata alla tradizione secondo cui l’Arcangelo Michele apparve qui in una grotta carsica e parlò ai popoli longobardi che si erano stabiliti in questo territorio: sul presunto luogo dell’apparizione sorge il Santuario di San Michele Arcangelo, meta di pellegrinaggi fin dal VI secolo. L’edificio attuale risale al XIII secolo e fu edificato durante il regno di Carlo I d’Angiò. Dal 2011 il Santuario di San Michele Arcangelo di Monte Sant’Angelo è Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO all’intero del circuito “I longobardi in Italia”.

Da non perdere anche il Castello di Monte Sant’Angelo e i resti delle mura duecentesche, situati nella parte alta del paese. Si accede alla costruzione si accede tramite un portale preceduto da un ponte a due archi collocato attraverso il fossato che anticamente circondava la fortezza. Sulla sinistra si aprono due porte: prendendo la prima si raggiunge l’esterno del castello, mentre la seconda porta a una scala che conduce alla sommità del sovrastante torrione. Qui si trova un cortile che immette nell’ampia corte interna, limitata dagli spalti che difendevano il fossato e da due torri cilindriche, fra le quali si apre il portale del corpo centrale del castello. Di qui una scala sale ai piani superiori, dove si può visitare la sala del Tesoro (un tempo adibita alle feste e ai convivi) agli appartamenti del castellano e a quelli dei cortigiani.

Tra le architetture religiose valgono la visita anche la Tomba di Rotari, un battistero del XII secolo, sul cui portale vi sono preziosi rilievi. E poi l’Abbazia di Pulsano, edificata nel 591, in cui si pratica la religione cattolica con rito latino e bizantino.

Tra le architetture civili, da segnalare vari eleganti palazzi nobiliari, tra cui quello dei Grimaldi (secolo XVII) e i cinquecenteschi Palazzo Gambadoro, Palazzo dei Nobili e Palazzo Giordano-Todero.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009