I paesaggi naturali più belli del Cile da conoscere assolutamente

Di , scritto il 14 Maggio 2021
Cile

Da nord a sud, il Cile sorprende con i suoi vasti paesaggi naturali e il suo clima mutevole. Il suo territorio si estende lungo una sottile striscia tra la Cordigliera delle Ande e l’Oceano Pacifico, coprendo praticamente tutte le zone climatiche che vanno dal deserto più secco del mondo nel nord del paese, ai freddi e imponenti ghiacciai e alle longeve foreste patagoniche.

La bellezza paesaggistica del Cile, riconosciuta in tutto il mondo, ha portato questo paese a diventare una delle mete turistiche più imperdibili del sud del continente americano, che attrae ogni anno da milioni di persone di numerose nazionalità, incuriosite soprattutto dai suoi paesaggi mozzafiato. Ecco una lista di cosa vedere assolutamente in Cile durante la vostra vacanza

Il Deserto di Atacama

Deserto di Atacama

Anche se per molti il deserto è un luogo ostile coperto unicamente da cactus e sabbia, il deserto di Atacama, situato all’estremo nord del Cile, ai confini con la Bolivia, è un luogo affascinante pieno di sorprese, storie e cultura da scoprire.

Grazie alla sua geografia e alla sua posizione particolare, questo luogo offre una grande diversità di paesaggi surreali che sembrano far parte di un altro pianeta. Enormi riserve naturali, valli, sorgenti calde, laghi, saline, montagne, geyser e formazioni rocciose, sono alcuni dei luoghi naturali imperdibili di questo meraviglioso deserto.

L’Isola di Pasqua

Moai

Situata nel mezzo dell’Oceano Pacifico, a 3.800 chilometri dalla costa cilena, questa è l’isola più solitaria e più in mezzo al nulla del mondo.
L’Isola di Pasqua, o Rapa Nui, come la chiamano gli indigeni, è uno dei centri archeologici più importanti del mondo.

Famosa per i suoi “Moai”, le gigantesche statue monolitiche di pietra erette davanti al mare, che raggiungono i 21 metri di altezza, si mescolano con i vulcani, villaggi, monumenti e cultura della zona, per dare a quest’isola un tocco mistico incomparabile

Data la sua enorme distanza dal continente, l’unico modo per raggiungere l’Isola di Pasqua è in aereo.

Inoltre, anche se l’isola è considerata parte del Cile, non è considerata invece parte del continente americano, bensì, data la sua posizione, appartiene all’Oceania.

La Carretera Austral

Si tratta di una strada panoramica di 1.240 chilometri che collega la città di Puerto Montt, nella regione di Los Lagos, e Villa O’Higgins, nella regione di Aysén. Lungo quest’autostrada il paesaggio è incredibilmente mutevole, in quanto attraversa una dozzina di parchi nazionali e aree protette di straordinaria bellezza, pieni di luoghi nascosti e angoli magici, che includono laghi turchesi, fiordi, fiumi e foreste di coihues e mirto.

Il Parco Nazionale “Torres del Paine”

Torres del Paine

Considerato l’ottava meraviglia del mondo, il Parco Nazionale Torres del Paine si trova a 115 km dalla città di Puerto Natales, nella regione di Magallanes, nella Patagonia cilena
Montagne, valli, fiumi, laghi, ghiacciai e foreste sono alcune delle meraviglie che fanno parte di questo paesaggio imperdibile, che devono la loro formazione allo scioglimento dei ghiacciai.

Conosciuto per essere il Parco Nazionale più importante del Cile, l’intera area è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO nel 1978.

L’Isola Magdalena 

Magdalena

Nello Stretto di Magellano, l’isola Magdalena è una delle più grandi colonie di pinguini del Cile, la quale ospita circa 63.000 coppie di pinguini di Magellano.

Qui i pinguini vagano liberamente sull’isola; l’unica costruzione presente in questo paradiso terrestre, è un imponente faro che viene utilizzato come museo informativo e punto di osservazione.

Per arrivare all’isola Magdalena si impiegano circa due ore, prendendo il traghetto Austral che parte dal porto di Tres Puentes, nella località di Punta Arenas. Attualmente il traghetto effettua solo un viaggio al giorno, alle ore 14:00, e bisogna essere lì un’ora prima per salire a bordo.

Il vulcano Osorno

Osorno

Il vulcano Osorno si trova nella Cordigliera delle Ande, sul bordo del lago Llanquihue. Questo imponente vulcano è conosciuto in tutto il mondo per il suo paesaggio da mozzare il fiato, e per essere “la porta d’entrata” della Patagonia cilena.

Dalla sua cima si può contemplare la Cordigliera delle Ande in tutta la sua maestosità, così come il lago Llanquihue e il Reloncavi Sound.

Inoltre, durante il tramonto, da una delle barche che organizzano i tour, si può contemplare un gioco di colori rossi e blu che incorniciano il vulcano generando uno spettacolo davvero unico nel suo genere.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009