Una fuga a Marsa Alam

Di , scritto il 10 Marzo 2009

Marsa AlamSulle pagine di SoloTrend abbiamo riservato un’attenzione particolare all’Egitto: basta cliccare qui accanto sul tag Egitto nella categoria Africa per trovare decine di articoli e foto su città, crociere e località balneari. In particolare, ci sembra particolarmente utile il post su come scegliere una destinazione sul Mar Rosso.

Ne abbiamo già parlato, ma oggi ci è venuta una forte nostalgia di Marsa Alam. Una perla particolarmente brillante in quell’immenso tesoro che è il Mar Rosso. Qui non si trova la movida che caratterizza Sharm El Sheikh, ma si respira un’atmosfera più tranquilla e rilassante, dove il mare e la sua stupenda barriera corallina sono i veri protagonisti. Lo spettacolo è tutto nell’acqua, a pochi metri dalla riva, e lo si può apprezzare semplicemente facendo snorkeling con maschera e boccaglio oppure, con più convinzione, esplorando i fondali immergendosi con la muta e le bombole.

Tra le immersioni più notevoli nei pressi di Marsa Alam ci sono quelle alle isole Qulan, che paiono dei coriandoli bianchi caduti sul mare blu intenso. Oppure quelle presso la roccia di Elphistone, in mare aperto. Più tranquilli gli incontri che si possono fare nella baia di Abu Dabab con il dugongo, un grande e placido mammifero marino. E poi, per cambiare un po’, un giorno si può fare una gita nell’entroterra di Marsa Alam, lambito dal Sahara, per esempio alle miniere di smeraldo e al Tempio di Seti I a Khanais.

Il tutto a poche ore di volo dall’Italia e senza spendere un patrimonio.


1 commento su “Una fuga a Marsa Alam”
  1. […] siete dei sub esperti e avete già esplorato i fondali del nostro Mediterraneo e del Mar Rosso e desiderate spingervi lontano per vedere qualcosa di davvero speciale e soprattutto i grandi […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009