L’incubo delle valigie perse: ecco la lista nera delle compagnie

Di , scritto il 09 Marzo 2008

baggage-claimQuando si rimane tra gli ultimi accanto al nastro trasportatore dei bagagli in aeroporto, nasce il sospetto. Ma quando il nastro si ferma e della nostra valigia non c’è traccia si ha la certezza che il bagaglio è andato perduto. E così uno deve cavarsela per diversi giorni con quello che ha addosso e nel bagaglio a mano. E il disagio può durare per settimane! Ricordo di un viaggio in Norvegia quando una coppia che viaggiava con me (per giunta in viaggio di nozze) era partita da Milano con jeans e maglietta e si era ritrovata a Oslo, dove fa un freddo cane, senza neppure una giacca a vento!

Ogni anno le denuncie di smarrimento dei bagagli sono milioni. L’Air Transport Users Council, organismo britannico incaricato di esaminare le denunce dei passeggeri, dopo aver analizzato le statistiche, ha stilato una classifica delle linee aeree continentali che hanno perduto mediamente più bagagli nel 2007. A vincere questa poco entusiasmante classifica è la linea aerea portoghese Tap, che avrebbe perso 27,8 valigie ogni mille passeggeri. Ai 9 posti seguenti si piazzano (con percentuali molto simili tra loro) British Airways, KLM, Alitalia, Air France, Luxair, Bmi, Finnair, Lufthansa e Spainair. Tra queste dieci compagnie solo la Lufthansa ha registrato miglioramente nell’ultimo anno. Tutte le altre presentano sensibili peggioramenti. Le linee aeree più affidabili sono invece risultate essere Turkish Airlines e Air Malta.

Mascherine in pronta consegna

1 commento su “L’incubo delle valigie perse: ecco la lista nera delle compagnie”
  1. […] già parlato dell’incubo delle valigie perse e abbiamo dato la lista nera delle compagnie che con più probabilità perderanno i vostri bagagli […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009