Cascata delle Marmore: una meraviglia da non perdere in Umbria

Di , scritto il 08 Giugno 2021
Cascata delle Marmore

La cascata delle Marmore, tra le più alte d’Europa è impetuosa, superba e scintillante. Ha un dislivello complessivo di 165 metri, è suddivisa in tre salti ed è il fiore all’occhiello dell’Umbria. Queste cascate sono state citate da innumerevoli scrittori e poeti fin dell’epoca da Virgilio, che ne parlò nell’Eneide, e a Dante.

Fu l’ingegnoso intervento idraulico del console romano Curio Dentato, nel 271 a.C. a portare alla creazione di questa suggestiva opera, attraverso la raccolta delle acque del Fiume Velino che ristagnavano nella Sabina. Nel corso dei secoli furono diversi gli interventi effettuati per realizzare nuovi canali. Ultimo quello dell’architetto Andrea Vici che, nel 1787, attuò un taglio diagonale sul secondo salto dando alla Cascata l’aspetto attuale.

La Cascata delle Marmore, il cui nome deriva dai sali di carbonato di calcio presenti sulle rocce simili a marmo bianco, è una preziosa perla dell’Umbria, a circa sette chilometri da Terni, all’estremità della Valnerina, la lunga valle scavata dal fiume Nera. Composta dal Fiume Velino che, in prossimità della frazione di Marmore, defluisce dal Lago di Piediluco per tuffarsi nella sottostante gola del Nera.

Tramite una passeggiata di 20 minuti, a partire dalla Cascata, è possibile raggiungere il Balcone degli Innamorati. Si tratta di un terrazzino posto alla fine di un tunnel, incastonato nella roccia, dal quale, allungando la mano, si può addirittura sfiorare l’acqua del Velino.

Infine, la Specola, una piccola torretta, posta all’estremità del belvedere superiore della Cascata è il luogo privilegiato per scrutare l’arcobaleno delle Marmore. Un fenomeno visibile solo con particolari condizioni atmosferiche legate alla presenza di vapore acqueo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009