Bastia: la più italiana delle città della Corsica

Di , scritto il 07 Ottobre 2011

Bastia deve il suo nome alla Bastiglia, ovvero alla fortezza costruita dai genovesi che domina il vecchio porto intorno alla quale si è sviluppato l’agglomerato urbano.

Bastia è il centro più importante della Corsica del nord e la sicuramente città più italiana nello spirito. L’antica capitale dell’isola, infatti, sorge sulla costa orientale, sui territori che guardano la Toscana e la Liguria, da cui ha preso in prestito lo stile delle abitazioni, i colori e per certi versi lo spirito.

Storica antagonista della capitale Ajaccio, Bastia è spesso ingiustamente trascurata dai turisti che, appena sbarcati dai traghetti per la Corsica che qui giungono da Livorno, Genova e Savona, tendono partire immediatamente per le spiagge dell’isola. In realtà Bastia è una città tranquilla e vera, che si svela poco a poco a chi sa esplorarla: è una città in cui si possono ammirabile per le architetture e la disposizione urbanistica del centro storico, fatta di simmetrie e tortuosi labirinti di vicoli, con case antiche abbarbicate le une alle altre e splendide chiese barocche incastonate.

Il percorso nel centro è quasi obbligato: si parte dall’ottocentesca Place St-Nicolas, vicino al punto di sbarco dai traghetti, si prosegue per il lungomare fino a Place de l’Hôtel de Ville, su cui si svolge il mercato. Qui si affacciano l’Oratorio della Confraternita dell’Immacolata Concezione, costruito una prima volta nel 1589, e la Cattedrale di San Giovanni Battista, del 600.

Di sera il cuore della città si illumina di locali aperti fino a tarda notte. Vale una visita anche il Museo di Etnografia, raccolta di collezioni d’arte che testimoniano l’evolversi delle tradizioni popolari còrse.

La costa nei pressi di Bastia è molto varia: si alternano spiagge di ciottoli e sassi ad altre di sabbia fine e bianchissima. Tutte sono a portata della città. Una delle più celebri è la spiaggia della Marana, che costeggia la riserva ornitologica dello stagno di Biguglia, ed è ideale per gli amanti delle immersioni. A sud della città si apre invece la spiaggia dell’Arinella, perfetta per le attività veliche.

Mascherine in pronta consegna

4 commenti su “Bastia: la più italiana delle città della Corsica”
  1. Traghetti Corsica ha detto:

    La vicinanza con la Toscana ha fatto si ne numerosi cognomi Corsi abbiano origini da famiglie toscane e specialmente dell’Isola d’Elba. Un legame che porta ancora molti toscani a trascorrere le vacanze in Corsica e Livorno è tutt’ora il porto con più partenze per la Corsica

  2. […] sono tutte molto attrezzate. Quando giungiamo allo stagno di Biguglia siamo ormai alle porte di Bastia. E forse significa che presto dovremo tornare in Italia in traghetto. var […]

  3. […] un importante porto prediletto dai turisti francesi (mentre gli italiani tendono a sbarcare a Bastia) e una serie di musei, tra cui il museo Fesch e il Museo […]

  4. […] Corse) è una lingua di terra lunga 40 chilometri e larga 10 alla cui base si trovano la città di Bastia e la cittadina di Saint Florent. Capo Corso è anche noto come “l’isola dentro […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009