Tre nuove attrattive da non perdere a Milano

Di , scritto il 06 Settembre 2018

milanoMilano è più che mai una città “in salita”, sia in senso fisico che metaforico. Da un lato i nuovi grattacieli stanno arricchendo lo skyline con linee sinuose e una notevole attenzione alla compatibilità ecologica. Dall’altro tutto sembra confermare che è in continua ascesa anche il prestigio di questa metropoli, a cui hanno contribuito soprattutto il successo di Expo 2015 e mille altre iniziative che riguardano e collegano la vocazione industriale e quella artistica di Milano. Per chi visita il capoluogo lombardo è di solito ben chiaro a quali attrattive dare la priorità: il Duomo, il Castello Sforzesco, il Teatro alla Scala, la basilica di Sant’Ambrogio, Santa Maria delle Grazie, senza dimenticare le vie dello shopping. Ma sul web si trovano anche suggerimenti utilissimi su itinerari alternativi da seguire passo passo, improntati a tematiche artistiche, come i 10 percorsi, dal Liberty alla street art, proposti sul curatissimo blog di Expedia.

Anche noi vogliamo dare un piccolo contributo al visitatore che forse pensa di sapere già tutto su Milano, ma non ha ancora fatto conoscenza con alcune novità recenti. Parleremo dunque brevemente di tre nuovi luoghi da visitare, del tutto diversi tra loro, ma tutti estremamente suggestivi.

Non possiamo che iniziare con il nuovo Apple Store ipogeo in piazza del Liberty, a due passi dal Duomo e dal cosiddetto Quadrilatero della moda. Non è necessario avere intenzione di acquistare qualche costoso dispositivo elettronico per visitare questo punto vendita a cui si accede mediante un scalinata simile a quelli degli anfiteatri e situata tra due vetrate poste “a sandwich” nelle quali zampillano getti d’acqua alti fino a otto metri (le vedete nella foto in alto). Forse non tutti sanno che il sotterraneo non è stato scavato ex novo, ma che esisteva da tempo un lungo percorso sotterraneo da Corso Vittorio Emanuele a Piazza San Babila, che per lunghi decenni nel dopoguerra ha ospitato dei cinema. Una parte di questo spazio accoglie ora lo store “della Mela” oltre a vasti spazi multimediali e a locali per eventi e manifestazioni

milanoDall’hi-tech all’immersione nella natura alla ricerca del relax: questo ci propone una visita all’Orto Botanico di Brera, anch’esso assai vicino al cuore pulsante della città, nello stesso quartiere in cui si trovano la celeberrima Pinacoteca e alcune delle vie e dei locali più cool in assoluto. Il giardino è stato recentemente riaperto al pubblico dopo importanti lavori di rinnovamento. Il visitatore può passeggiare al suo interno e ammirare innumerevoli specie botaniche, molte delle quali sono piante medicinali e piante autoctone (agrifogli, tassi, felci e altri arbusti). L’emblema dell’orto sono due Ginkgo Biloba che esistono da oltre 250 anni, ma sono degni di nota anche un raro noce del Caucaso e un maestoso tiglio alto 40 metri! L’accesso all’Orto Botanico di Brera avviene passando per via Fratelli Gabbia, che deve essere percorsa fino in fondo per trovarsi davanti al cancello dell’Orto. L’ingresso è gratuito e gli orari sono questi: dal 1 aprile al 31 ottobre dal lunedì al sabato nei giorni non festivi dalle 10 alle 18; dal 1 novembre al 31 marzo, sempre dal lunedì al sabato nei giorni non festivi, dalle 9.30 alle 16.30.

milanoInfine, per chi ha voglia di fare qualche passo in più, fino al quartiere di Porta Venezia (a cui si arriva però anche prendendo la linea rossa della metropolitana), sarà impossibile non scrutare con a bocca aperta le raffigurazioni di Casa Galimberti, in Via Malpighi 3. Le facciate di questo edificio costruito nel 1903-1905 sono freschissime di restauro e sono ricoperte da piastrelle dipinte in ceramica, ferri battuti e motivi floreali in cemento, tutti disegnati dall’architetto Giovanni Battista Bossi. Un esempio meraviglioso di liberty di cui è ricchissima questa zona (segnaliamo anche Casa Campanini, Casa Guazzoni e Palazzo Castiglioni, per citare solo le più famose).

Quando sarà inaugurato Mind, il parco dell’innovazione che sta sorgendo nell’ex area Expo Milano 2015, dove domineranno il verde urbano, la mobilità del futuro e le strutture sostenibili torneremo sicuramente a parlare di questa nuova attrattiva. Nel frattempo continuate a seguirci!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009