Una vacanza sull’isola greca di Anafi, nelle Cicladi

Di , scritto il 06 Giugno 2012

Una delle isole meno note delle Cicladi, assai vicina a Thíra (Santorini) è Anafi, molto piccola e ricca di interesse archeologico, ma anche lontana da tutto, quindi perfetta per il relax vero, più che per la vita mondana. Secondo la mitologia, la sua storia iniziò con Giasone e gli Argonauti che, minacciati da una tempesta, furono salvati da Apollo che fece spuntare Anafi dal nulla, in mezzo al mare.

Chora è l’unico centro stabilmente abitato dell’isola, edificato a forma di anfiteatro sulle pendici di una collina e sovrastato dai ruderi di un castello veneziano. Case bianchissime e minuscole vie ci ricordano lo stile delle altre isole Cicladi. Qui si trovano gli unici (pochissimi) ristoranti e un solo albergo.

Ci sono altri piccoli nuclei urbani nell’isola, ma sono abitati soltanto d’estate, è lo scalo di Agios Nikolaos, a 2 chilometri di distanza da Chora in una piccola baia della costa meridionale: è qui che attraccano le navi provenienti dal Pireo.

Sulla costa est troviamo il paesino di Kastelli, nei cui dintorni si trovano vestigia architettoniche del periodo ellenistico e romano. Presso il monastero di Panagia Kalamiotissa, appollaiato sulla cima del Monte Kalamos (460 metri), si trovano infatti le rovine di un tempio costruito in onore del dio Apollo, e sulla costa est, nei pressi dell’attuale Katalimatsa si trovano le rovine di un antico porto, ma la maggior parte dei reperti archeologici (soprattutto statue) sono conservate nel minuscolo Museo archeologico di Chora.

Anafi è un’isola molto adatta per chi ama il trekking: tra gli antichi sentieri e su per le ripide colline (estremamente aride), si può percorrerla in lungo e in largo, incontrando simpatici contadini alle prese con greggi, ulivi e api. Particolarmente suggestivi all’alba e al tramonto le vedute dal monastero di Kalamiotissa. Le spiagge più note sono quelle di Klisidi e Roukounas, soprattutto la prima, dove la sabbia è più fine.

Anafi non è facile da raggiungere: l’unico mezzo per accedervi è il traghetto, ma poiché le altre isole sul percorso sono più importanti, il viaggio dal Pireo può richiedere anche 19 ore. Più facile e rapido raggiungere le altre isole delle Cicladi.

Mascherine in pronta consegna

1 commento su “Una vacanza sull’isola greca di Anafi, nelle Cicladi”
  1. Daniele ha detto:

    Sono stato molte volte in Grecia ma non sono mai andato nelle Cicladi, che tutti mi dicono essere stupende, devo dire che a giudicare dalle foto pubblicate le informazioni che mi hanno dato sono assolutamente veritiere. Immagino, anzi spero che sia meno affollata e cara della vicina Santorini, meta ormai modaiola e gettonatissima dai goivani di mezza Eurpoa.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009