Viaggio in Olanda: un giorno a Delft

Di , scritto il 04 Ottobre 2021

Per chi si reca nei Paesi Bassi le prime tappe più scontate sono sicuramente Amsterdam, Rotterdam e Utrecht. Per un turismo più “culturale”, consigliamo di trascorrere una giornata nella pittoresca cittadina di Delft, conosciuta in tutto il mondo per le ceramiche blu e bianche, per aver dato i natali a Johannes Vermeer, ma anche per i romantici canali, i vicoli, i lussuosi palazzi seicenteschi, le grandiose chiese circondate da cortili e la vivace vita universitaria. 

Che cosa vedere assolutamente a Delft? Ecco una breve panoramica:

  • La Nieuwe Kerk (Chiesa Nuova) e la Oude Kerk (Chiesa Vecchia), che dominano il centro. Sorgono molto vicine tra loro e si possono visitare pagando un unico biglietto. La Oude Kerk è famosa per il campanile inclinato, gli organi, le splendide vetrate istoriate e la tomba di Vermeer. La Nieuwe Kerk, in stile gotico, nonostante il nome racchiude in sé una ricca storia che parte dal XIV secolo e stretti legami con la famiglia reale olandese (molti sovrani sono sepolti al suo interno).
  • Il Municipio (Stadhaus) in primo piano nella foto) vero emblema della città, che si erge nella Piazza del Mercato. L’edificio fu progettato dall’architetto Hendrick de Keyser (1565-1621) nel XVII secolo. La facciata anteriore della struttura è caratterizzata dalle finestre con persiane rosse, molti ornamenti dorati e varie statue di pietra. Sulla torre centrale spicca un grande orologio. Anche se non si può visitare l’edificio al suo interno perché è usato per matrimoni e cerimonie, è comunque una splendida struttura da ammirare e fotografare.
  • L’unica fabbrica ancora esistente delle celeberrime ceramiche blu: la Royal Delft/De Koninklijke Porceleyne Fles esiste dal XVII secolo e continua a produrre i suoi splendidi manufatti completamente dipinti a mano. Si può visitare la fabbrica, il museo e osservare i maestri decoratori all’opera (e naturalmente anche acquistare qualche oggetto in ceramica).
  • Il Prinsenhof: (la Corte dei principi), ora museo storico, ricchissimo di informazioni e opere risalenti all’epoca di grande splendore dell’Olanda. Qui fu assassinato Guglielmo I d’Orange nel 1584 e i fori dei proiettili sono ancora visibili. All’interno della struttura si può trovare una pinacoteca che include molte opere di Vermeer.
  • Oostpoort (la Porta orientale). Costruita intorno al 1400, è l’unica rimasta tra quelle che un tempo si aprivano nelle antiche mura della città. Si erge con orgoglio a ricordare l’antica gloria militare di Delft. Attualmente è una residenza privata, si può ancora ammirare da fuori la magnifica architettura dell’edificio con le due torri a spirale e le torrette circolari e l’accesso dal ponte circondato da suggestivi canali.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009