I documenti dei bambini in viaggio

Di , scritto il 03 Luglio 2007

Partenza vicina. Le scuole sono finite, le ferie sono alle porte. I piccoli (anche i neonati) sono certamente contenti di prendere il largo, per il mare o per i monti. O, ancora meglio, per mete  straniere.

Quindi è importante essere in regola coi documenti che li riguardano. Poiché spesso i  tempi relativi alla preparazione dei documenti  per l’espatrio sono lunghi, è meglio controllare due mesi prima che tutto sia in ordine.

Nel dettaglio potrete optare per varie soluzioni. Fino a 16 anni, per esempio, è possibile iscrivere i bambini sul passaporto di uno dei genitori – o  di chi li accompagna nel viaggio. Compilando l’apposito campo e allegando due foto, nel caso in cui il minore abbia più di 10 anni, avrete un documento valido per viaggiare all’estero con i vostri ragazzi. Nel caso in cui il bambino abbia meno di 10 anni, le foto non serviranno e vi sarà sufficiente presentare uno stato di famiglia e di cittadinanza in bollo.

Si consiglia in ogni caso, a  fronte di imprevisti rientri di uno dei due genitori in patria, di iscrivere il bambino sui passaporti di entrambi i genitori.

Il sito http://www.quantomanca.com/ segnala inoltre la possibilità di un passaporto individuale per il bambino o l’eventuale rilascio della Carta Bianca, che consente ai minori di 15 anni di viaggiare per gli Stati dell’Unione Europea.

Particolare attenzione anche per i visti, necessari anche i bambini che hanno un passaporto individuale e l’importanza di sottoscrivere una polizza assicurativa per eventuali problemi sanitari nel caso di viaggi al di fuori della UE.

Ulteriori informazioni sul sito della Polizia di Stato.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009