Le nuove mete dell’Africa: il Gabon

Di , scritto il 03 Febbraio 2009

Loango National ParkIl Gabon è davvero l’ultima frontiera del turismo africano. Fino a pochi anni fa quasi non esistevano le strade asfaltate, né le guide specializzate né strutture atte a offrire ospitalità ai turisti. Ma, dal 2002 in poi, i governanti, per trovare un’alternativa all’estrazione del petrolio su cui si basava quasi totalmente l’economia del Gabon, hanno iniziato a dare maggiore impulso al turismo, con la creazione di ben 13 parchi nazionali che oggi tutto coprono l’11% del territorio. In tutto 10.000 km quadrati di foresta pluviale, savana e spiagge protetti dalla speculazione, con un occhio di riguardo all’ecoturismo.

Ma com’è la vita del turista nel Gabon? Si tratta di uno stato tranquillo dal punto di vista sociale e politico. Una meta che darà molte soddisfazioni, ma non sempre facili da ottenere: bisogna camminare a lungo, spesso con lo zaino sulle spalle, prepararsi ad aspettare treni e aerei raramente puntuali… Inutile dire che per trovare ospitalità in bungalow, lodge e cabanas è meglio affidarsi a un operatore specializzato, come Mistral Voyages o Inside Africa. Per accedere ai parchi non bisogna pagare costosi permessi: basta munirsi di regolare visto prima della partenza.

Le attrazioni maggiori del Gabon sono concentrate nei grandi parchi, famosi soprattutto per la quantità di elefanti e gorilla. Ecco una breve panoramica dei più visitati:

* Loango National Park: eccezionale perché si affaccia sull’Oceano Atlantico. Ciò significa che qui si possono ammirare accanto a bufali, elefanti, potamocheri ed ippopotami anche varie specie di balene.

* L’oasi faunistica di Evengue Island Gorilla e l’Ivindo National Park: qui vivono elefanti e gorilla di pianura. Di quest’ultimo fanno parte anche le cascate di Kongou e Mingoli, le più spettacolari del paese.

* Il Lopé National Park, a sole quattro ore dalla capitale Libreville, ospita gorilla, mandrilli e 400 specie di uccelli. Da queste parti, precisamente a Lambaréné, operò e morì il medico tedesco Albert Schweitzer dedicandosi alla cura della malaria.

Quanto può costare un tour del Gabon? In media sui 400 euro al giorno per persona. Il periodo ideale per il viaggio va da novembre a marzo. Poi arriva la stagione secca e tutto si fa più difficile.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009