Aosta: che cosa vedere in giornata

Di , scritto il 15 Novembre 2016

aostaSe andate a sciare o in villeggiatura nella regione più a nordovest d’Italia, non perdete una visita al suo capoluogo, Aosta, situata in una splendida cornice e ricca di luoghi suggestivi legati al suo passato romano.

Entrando in città, la prima testimonianza archeologica in cui ci si imbattere è l’imponente Arco di Augusto, risalente al 25 a.C., che fa un po’ da guardia al centro storico, interamente pedonale. Lasciandosi alle spalle Piazza Arco d’Augusto conviene imboccare via Sant’Alselmo, con la pavimentazione lastricata e pullulante di botteghe artigiane. Si giunge così alla Porta Pretoria, l’ingresso orientale dell’antica città romana, davvero bella e ben conservatal Percorrendo la passerella che attraversa i due archi e proseguendo ancora si giunge nella piazza centrale di Aosta, Piazza Émile Chanoux (nella foto), dove si trova l’Hôtel de Ville, ovvero il municipio, un sontuoso edificio in stile neoclassico. Alle spalle di Piazza Émile Chanoux si trova la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista, che mostra una facciata imponente e ben due campanili romanici. A due passi dalla Cattedrale, il criptoportico forense, un edificio seminterrato costituito da un doppio corridoio con volte a botte. Ai tempi dei romani racchiudeva l’area sacra del foro dove si trovavano i templi. L’ingresso è gratuito e permette di scendere una scala ipogea dalla quale si percorrere due porticati illuminati da una tenue luce arancione. Ultima tappa, assolutamente imperdibile, lo spettacolare Teatro romano. Ne rimane soltanto la facciata, con tre ordini di arcate sovrapposte, ma è sufficiente per dare l’idea di quanto questo teatro dovesse essere imponente e solenne.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009