Alla scoperta delle terre di Sandokan: viaggio nel cuore della Malesia

Di , scritto il 14 Settembre 2017

malesiaLa Malesia: un territorio ancora poco battuto dalle grandi rotte turistiche, eppure caratterizzato da un fascino semplicemente unico, tanto dal punto di vista naturalistico, quanto da quello della storia e della cultura che impregnano le terre e i mari dove si svolgono le avventure di Sandokan.

Definita dai tour operator come “il paese dai mille volti”, la Malesia – in larga parte ancora oggi ricoperta da fitte foreste pluviali – vanta uno straordinario livello di biodiversità, ma anche spettacolari coste e affascinanti centri cittadini.

Negli anni, l’offerta turistica della Malesia è cresciuta in maniera esponenziale e, oggi, ai lussuosi resort che sorgono lungo le coste si aggiunge la possibilità di prendere parte a tour dei parchi naturali e dei numerosi siti monumentali che caratterizzano l’entroterra.

Dal soggiorno relax cullati nel comfort e nel lusso di strutture turistiche di prestigioso, alle avventurose escursioni sui ponti sospesi tra le fronde della giungla, fino alle sessioni di snorkeling e diving, alla scoperta di alcune delle barriere coralline più estese e antiche del pianeta: un soggiorno in Malesia può trasformarsi in un’esperienza destinata a rimanere scolpita nel cuore.

 

Il turismo in Malesia: l’aumento dei visitatori dall’Italia

 

Le terre malesi esercitano un fascino quasi magnetico sugli amanti dei viaggi all’insegna della scoperta e, negli ultimi anni, anche sui turisti in cerca di spunti per una luna di miele indimenticabile o di un soggiorno all’insegna del benessere in lussuose strutture ricettive.

Gli italiani, da sempre grandi amanti delle vacanze nelle terre esotiche, sembrerebbero aver ormai inserito stabilmente la Malesia tra le mete dei loro sogni: secondo i dati del Ministero del Turismo malese, gli italiani in visita nello stato dell’Asia Sudorientale sarebbero stati quasi 55mila nel 2015; tra le formule di viaggio più apprezzate, invece, spiccherebbe il tour organizzato, perfetto per esplorare le tante attrazioni cittadine e naturali disseminate sia sulla penisola che sulla porzione malese dell’Isola del Borneo pur avendo solo pochi giorni a disposizione.

Ad attrarre i viaggiatori è soprattutto la magia di un paese che sembra vivere in perfetto equilibrio tra progresso e salvaguardia degli ecosistemi naturali, tra futuro e passato e tra innovazione e tradizione: dallo skyline futuristico del cuore economico della Malesia, la città di Kuala Lumpur, alle atmosfere intrise di spiritualità di siti storici come le celebri Grotte di Batu, i mille volti di queste terre non finiscono mai di sorprendere e di emozionare i visitatori.

 

Viaggio in Malesia: dal cuore economico del sudest asiatico alle giungle più antiche del mondo

 

Kuala LumpurImmergersi in una natura rigogliosa e ancora del tutto incontaminata sulle tracce di specie animali e vegetali presenti solo in questo angolo di mondo e poi lasciarsi stregare dallo spettacolo di luci e colori di una avveniristica metropoli: sono pochi i luoghi dove è possibile vivere un simile contrasto.

La città di Kuala Lumpur, capitale della Malesia, spicca tra le mete imperdibili di un tour alla scoperta del paese. Una passeggiata nelle vie centrali della metropoli permette di ammirare lo spettacolo creato dagli imponenti grattacieli, tra cui spiccano le Petronas Twin Towers, le torri gemelle divenute uno dei simboli del paese.

Agli innumerevoli musei, si aggiungono grandi parchi che sorprendono per il loro ordine e la loro pulizia e che consentono di ammirare alcune delle specie vegetali endemiche del territorio malesiano. Tra le attrazioni più apprezzate dai turisti spiccano poi i maestosi centri commerciali e gli affascinanti templi.

Tra le mete cittadine da non perdere va citata anche Malacca, antico insediamento di origine coloniale, che oggi rappresenta una pittoresca espressione dell’inedito intreccio di culture nato in queste terre, da sempre uno strategico crocevia per le grandi rotte commerciali tra Oriente e Occidente.

Non lontano dai confini delle città, la foresta pluviale domina ancora il paesaggio, con il suo intricato sovrapporsi di specie vegetali diverse che lottano per raggiungere la luce. Tante le possibilità per vivere in prima persona tutta la maestosità della natura malesiana: dai tour in barca risalendo i corsi d’acqua che attraversano la giungla alle passeggiate notturne lungo i percorsi realizzati attorno a resort immersi in parchi naturali, per avvistare le innumerevoli specie endemiche di piante, fiori, insetti, uccelli ma anche piccoli e grandi mammiferi, che abitano questi luoghi.

Un viaggio alla scoperta della Malesia non può dirsi completo senza una tappa nella porzione malese dell’Isola del Borneo: questo affascinante territorio risulta ancora del tutto incontaminato, se si escludono i centri cittadini che sorgono lungo la costa, e agli affascinanti percorsi naturalistici unisce la possibilità di conoscere le tribù native che da secoli vivono nel fitto della giungla.

La vicinanza con le grandi metropoli di Hong Kong e Singapore, spesso scali aerei obbligati nei voli verso Kuala Lumpur, permette di unire alla vacanza in Malesia un soggiorno in queste spettacolari città.

 

Malesia: esistono pericoli per i turisti?

 

La crescita dell’interesse degli amanti dei viaggi esotici per i paesi dell’Asia Meridionale degli ultimi anni si è accompagnata, purtroppo, con l’aumento delle tensioni politiche e con l’incombere dello spettro del terrorismo in alcune località, tra cui determinate regioni delle Isole Filippine.

In Malesia, fortunatamente, non si segnalano situazioni di pericolo per i turisti: il paese è caratterizzato da un buon livello di pacificazione sociale e l’unica minaccia è rappresentata dagli episodi di microcriminalità tipici dei grandi centri urbani.

La popolazione malese, da sempre abituata alla convivenza con genti provenienti da ogni parte del mondo, si dimostra molto ospitale nei confronti dei visitatori e generalmente ben disposta a fornire indicazioni o aiuto.

Per quanto riguarda la situazione sanitaria nel paese, non si segnala la diffusione di patologie in grado di destare preoccupazioni. Per l’ingresso in Malesia, infatti, non sono richieste vaccinazioni particolari.

Tra le malattie più insidiose che è possibile contrarre durante un soggiorno nelle terre malesi, figura la febbre dengue, patologia infettiva trasmessa dalle zanzare. L’infezione si manifesta con i sintomi di una comune influenza e nella maggior parte dei casi non richiede terapie particolari. D’altra parte, per evitare il contagio è sufficiente premunirsi di prodotti repellenti per gli insetti e ricorrere ad un abbigliamento coprente durante le escursioni nel verde.

l sistema sanitario malese assicura assistenza anche ai cittadini stranieri in caso di emergenza, tuttavia il modo più sicuro per tutelare la propria salute nel corso di un viaggio in qualunque paese esotico rimane quello di stipulare un’assicurazione sanitaria che copra le eventuali spese in caso di bisogno.

Infine, il Ministero degli Esteri raccomanda a tutti i cittadini italiani in partenza per mete esotiche di registrarsi sull’apposito portale DoveSiamoNelMondo.it, attraverso il quale è possibile comunicare alla Farnesina tutte le informazioni relative alla propria permanenza all’estero, rendendosi così facilmente rintracciabili in caso di necessità.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009