Mazzoncini (amministratore delegato FS) e il piano per lo sviluppo delle ferrovie italiane

Di , scritto il 09 Marzo 2017

Ferrovie dello Stato si prepara a invadere il nuovo millennio per trasformare il sistema dei trasporti in Italia in un complesso realmente moderno e all’avanguardia. Questo è quanto emerso dalle linee del nuovo Piano Industriale 2017-2026 presentato da Renato Mazzoncini, Amministratore delegato di FS: un piano che prevede un corposo investimento non solo sulla modernizzazione delle tratte ferroviarie dello Stivale, ma anche su altri aspetti legati ai trasporti su strada, e sull’espansione delle tratte a livello locale, nazionale e ovviamente internazionale.

Tramite il Piano voluto dall’Amministratore delegato, Ferrovie dello Stato mira a diventare una società che si occupa di mobilità a tutto tondo, e quindi non più solo di treni.

Ferrovie: investimenti nel settore della mobilità integrata
Il nuovo Piano Industriale di FS potrà contare su ben 94 miliardi di euro di investimenti, che andranno spalmati su un piano dalla durata decennale, e che vedrà Ferrovie dello Stato cambiare totalmente pelle.

FS Italiane si propone di dare una risposta unica, concreta, semplice alle diverse esigenze di mobilità, presentandosi come punto di accesso alla mobilità collettiva, operatore capace di accompagnare i viaggiatori dalla porta di casa fino alla loro destinazione. L’attuale scenario è un mercato della mobilità in cui l’80% delle persone si sposta con mezzi privati, il 15% utilizzando altre modalità condivise e pubbliche, in particolare con le aziende di TPL delle grandi città, e solo il 5,2% con i servizi ferroviari. Per il riequilibrio modale verso soluzioni di trasporto collettivo la gomma pubblica avrà un ruolo chiave e FS vuole essere protagonista di tale shift modale salendo dal 6% di market share del 2015 fino al 25% nel 2026.

Piano Industriale FS: il futuro passa dalla tecnologia
Mazzoncini ha inoltre dichiarato che uno degli scopi di Ferrovie è sostituirsi ad app come Uber e Google Transit che, attualmente, realizzano enormi guadagni. Grazie alla nuova digital experience prevista da Ferrovie, gli italiani potranno programmare ogni tappa del loro viaggio su una sola piattaforma, acquistando in un’unica soluzione tutti i biglietti necessari.

Non solo Italia: FS punta decisa all’estero
L’attenzione nei confronti della mobilità in Italia non precluderà alcuna via in ambito di internazionalizzazione. Al contrario, l’attenzione di Ferrovie dello Stato nei confronti dell’estero è più viva che mai: l’AD di Ferrovie ha infatti specificato che il potenziamento del trasporto ferroviario non avverrà solo a livello regionale e nazionale, ma anche su scala internazionale. Questo significa che FS guarderà a tutte le opportunità per far crescere i propri servizi ferroviari a mercato all’estero. Ma FS ha anche intenzione di esportare le proprie competenze tecniche ed ingegneristiche nei mercati stranieri in via di sviluppo, come ad esempio l’India, il Medio Oriente, l’Africa, Il centro-sud America e l’Asia.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009